.vm_overviewContentWrapper
  • +49(0)40 - 244241680 (Lunedi a Venerdì 9 alle 18 h)
  • Spedizione discreta, a partire da 150€ di spedizione gratuita
  • Consegna veloce e affidabile in tutto il mondo

Alimentatori

Molte buone ragioni per i alimentatori

Per il funzionamento delle lampade a scarica di gas (NDL/MH) è necessario un alimentatore. Collegato in serie con una lampada, un alimentatore con limitazione di corrente assicura che né il fusibile si spegne, né le lampade utilizzate siano danneggiate o distrutte da una corrente di scarica incontrollata. Ad esempio, un reattore assicura una maggiore durata della lampada e una migliore efficienza energetica.

Esistono fondamentalmente due diversi tipi di reattori:
  • Reattori elettronici (EVG)
  • Reattori convenzionali


Quale dispositivo raccomanda Growland?

Tutto dipende dalle luci. Come già accennato, il reattore è collegato in serie con gli apparecchi e deve corrispondere alle rispettive lampade, in quanto limita la corrente delle lampade fluorescenti al loro valore nominale ad una frequenza di rete di 50 o 60 Hz. Nel caso di lampade che richiedono un accenditore (come le lampade a vapori di sodio e le lampade ad alogenuri metallici), anche il circuito di accensione viene collegato in serie con la lampada.
Nella nostra gamma di reattori troverete diversi fornitori adatti a lampade fluorescenti di produttori comuni come Philips e Osram. Anche con alcuni LED è consigliabile interporre un ECG, in questo caso chiamato anche driver LED. I reattori convenzionali causano una corrente reattiva nella rete a causa della loro induttanza. Si consiglia quindi un reattore di blocco per 7 o più lampade al sodio ad alta pressione. In questo modo le frequenze che vengono restituite dal reattore al flusso di rete vengono filtrate e senza attirare inutilmente l'attenzione del fornitore di energia elettrica.

Reattori convenzionali

Un reattore convenzionale (KVG) è costituito da una bobina d'arresto e da un avviatore, che in molti casi è integrato anche nel tubo fluorescente stesso. Gli alimentatori accelerano la corrente di scarica all'accensione della luce per evitare che l'aumento incontrollato della tensione elettrica distrugga la lampada in funzione o faccia scattare il fusibile. Come per le lampade a risparmio energetico, un reattore può essere integrato nella lampada o aggiunto all'apparecchio come elemento aggiuntivo. Solo nella versione integrata è possibile collegare la lampada direttamente alla rete elettrica.

reattori a bassa perdita

La prossima generazione di reattori è il reattore a bassa perdita (VVG). Come suggerisce il nome, la perdita di energia qui è inferiore a quella della LAMal e funziona in modo simile. Il CB è collegato anche tra l'alimentatore e la fonte di alimentazione.

Reattori elettronici

I reattori elettronici (EB) sono utilizzati per il funzionamento e la commutazione di lampade a scarica di gas e fluorescenti e, a differenza dei reattori convenzionali, non richiedono un avviatore. Funzionano la lampada ad una frequenza più alta rispetto alla frequenza di rete effettiva e quindi hanno perdite inferiori rispetto alle VG convenzionali con meno materiale in ingresso. Anche l'ultima generazione di ECG è commutabile e quindi dimmerabile. I reattori elettronici richiedono un amperaggio inferiore e producono una maggiore potenza nonostante il loro minore consumo energetico, che si traduce in una maggiore intensità luminosa (lumen). Rispetto ai reattori magnetici, i reattori elettronici hanno anche una migliore qualità della luce. Ciò si esprime soprattutto nella loro libertà dallo sfarfallio. I dispositivi commutabili possono essere adattati all'ambiente e forniscono migliori risultati durante la fase di fioritura delle piante illuminate. Un ulteriore vantaggio di questo tipo di reattore elettronico è che può essere controllato in base alla luce diurna, il che lo rende particolarmente efficiente e a basso consumo energetico. Anche la loro qualità e sicurezza sono molto elevate.
I dispositivi sono solitamente dotati di uno spegnimento automatico, che interviene, ad esempio, in caso di corto circuito, lampada difettosa o lampada mancante. Inoltre, i moderni reattori sono schermati elettromagneticamente e hanno un'emissione di rumore ridotta.

Naturalmente troverete anche lampade a vapori di sodio e lampade fluorescenti (ad es. di Osram e Philips) per le quali sono necessari reattori. Si prega di contattare il nostro servizio clienti per qualsiasi domanda.